Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo

I luoghi 2019

Dopo aver rotto il tabù dei luoghi della cultura come spazi non vissuti dalle nuove generazioni, nel 2019 si vuole intercettare la matrice del genio creativo. Le origini del classicismo le sue radici profonde, il suo imprinting diventano il fulcro della ricerca della nuova edizione che mette in relazione i nuovi talenti con i luoghi della storia del nostro Paese.

Un percorso attraverso le archeologie più significative, luoghi di condivisione, socialità e dialogo, ambienti del vivere quotidiano, spazi sacri e profani. Una ricerca delle nostre origini, nei luoghi di scambio di idee, dove è piantato il seme della creatività italiana, che da sempre influenzano la nostra matrice espressiva.

I luoghi di Giovani Creativi 2019 esprimeranno questo percorso culturale evolutivo ed espressivo, attraverso contesti archeologici che meglio tracciano una visione completa della nostra radice artistica ed affidare questa eredità alla nuova generazione.

Una ricerca storica, spaziale e tecnica, ma anche emotiva ed espressiva del nostro genio: un abbinamento tra giovani talenti e luoghi evocativi, simbolo della cultura mediterranea.

Nello specifico: Museo Nazionale Romano – Palazzo Massimo, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Foro di Augusto, Parco Archeologico di Ostia Antica, Parco Archeologico dell’Appia Antica – Villa dei Quintili, Terme di Caracalla, Villa Adriana.

Edizione 2018

 “I nuovi artisti nei musei”

Ad accogliere il progetto Giovani Creativi come Manifesto culturale della nuova generazione, i Musei di Roma. Questi spazi diventano simbolo, punto di contatto e di dialogo, luoghi di accesso che abilitano una nuova visione di cultura proprio negli spazi consacrati all’Arte. 

Nello specifico i luoghi della prima edizione sono stati: La Galleria Nazionale d’Arte Moderna dove ha avuto luogo la mostra, Palazzo Barberini, Galleria Spada, Palazzo Corsini alla Lungara, Palazzo Venezia, Museo Nazionale di Castel Sant Angelo.